Rogliano (CS)

TRE GIORNI DI “FEDE ASSOLUTA”

LA STATUA DELLA MADONNA DI FATIMA IN VISITA A ROGLIANO


Giorni di grazia quelli vissuti a Rogliano il 23,24 e 25 novembre in occasione della visita della statua benedetta della Madonna di Fatima ,accompagnata dagli Araldi del Vangelo ed accolta solennemente da tutta la cittadinanza e dal sacerdote Don Santo Borrelli. Straordinaria l’accoglienza da parte dell’intera comunità, la partecipazione alla S. Messa Solenne, la devozione dei fedeli durante la permanenza della statua della Madonna di Fatima nella chiesa di S. Giorgio. Momenti di intense emozioni anche domenica 25 in occasione del ritiro di comunità. “Un dono provvidenziale per tutti -spiega con commozione il parroco della chiesa di S.Pietro in Rogliano – un’occasione di grazia in cui percepire la speranza, la gioia, l’emozione che apre il cuore alla preghiera più autentica.

“Il 6 novembre, prima di partire per il mio viaggio missionario a Calcutta, ricevo l’invito degli Araldi del Vangelo ad accogliere la Madonna di Fatima, in quel momento un volontario che conosceva gli Araldi per avergli offerto un opportunità di fede, mi dice questa frase “La Madonna mi ha salvato!”, pronuncio il mio “si” .A quel punto mi trovo a riflettere su quanto sia importante il discernimento e su come un “si” possa dare luogo ad un evento di grazia straordinario per molti.”

Così è stato e dal 23 al 25 novembre centinaia di persone hanno accolto la Madonna in un susseguirsi di emozioni e momenti indimenticabili. La madre di Dio sceglie di stare in mezzo ai suoi figli facendosi strada tra la folla devota, accompagnando ognuno nel lungo pellegrinaggio della vita, sulla via dell’amore di Dio.

“Con grande gioia –prosegue Don Santo Borrelli- assisto alla partecipazione dei giovani durante le veglie, una grande commozione anche durante l’incontro con gli ammalati e la visita presso le scuole del territorio .Giorni che non si dimenticano, parole che restano nel cuore, come quelle di un giovane che nello sfiorare la statua prova un fremito nel suo cuore. Lo stesso fremito che avverto alla firma dell'atto di affidamento a Maria… Quello che appartiene al cuore non si può spiegare. Non si può spiegare la bellezza della fede che mette a soqquadro l’anima, tutto questo si può soltanto vivere. La visita della Madonna di Fatima ha toccato il cuore di coloro che affidandosi alla Madonna riescono a vedere oltre il buio della notte, usando lo sguardo acuto dell’anima.”

Così conclude il parroco Don Santo, invitando tutti a vivere nella totale fiducia in Dio. Il saluto finale durante la partenza della Madonna dal paese di Rogliano conclude così tre giorni di fede assoluta trascorsi nella certezza che ogni giorno vissuto nell’amore di Dio non passera senza aver portato beneficio al cuore.


Post recenti

Mostra tutti